Coronavirus e Controlli F-gas nessuna proroga o quasi

In questo periodo di emergenza Coronavirus c’era molta incertezza su come agire in fatto di controlli periodici obbligatori f-gas. Con una specifica circolare il Ministero dell’Ambiente ha fatto chiarezza sugli obblighi degli operatori in merito a questa questione.

Grazie alle richieste di Assofrigoristi e della filiera, lo scorso 6 aprile 2020 il Ministero dell’Ambiente ha emesso una circolare in cui sono specificate le prassi in questo ambito per le Imprese certificate e per gli Operatori. Riteniamo importante informare i nostri clienti di quanto è stato dichiarato con un breve riassunto della circolare che alleghiamo in fondo.

CONTROLLI PERIODICI OBBLIGATORI F-GAS

I controlli periodici obbligatori F-gas devono essere effettuati nonostante l’emergenza.

Si può rimandare il controllo solo nel caso in cui sia dimostrata l’impossibilità di svolgerli ovvero nei casi in cui l’azienda sia temporaneamente chiusa ai sensi del D.P.C.M. 11 marzo 2020 e successivi oppure se sia impossibile garantire le condizioni di sicurezza anti contagio da COVID-19.

SANZIONI MANCATI CONTROLLI PERIODICI F-GAS

Le verifiche da parte degli enti competenti e le relative sanzioni continuano. Se non sono stati effettuati i controlli dal 23 febbraio al 15 aprile qualora si potessero fare in sicurezza, si è soggetti alle sanzioni previste dal D.Lgs 163/2019.

COSA FARE SE DOVETE EFFETTUARE IL CONTROLLO PERIODICO F-GAS

In queste ore la nostra azienda sta contattando i clienti che hanno i controlli periodici in scadenza tra marzo e aprile per informarli su questa circolare.

I nostri tecnici certificati sono autorizzati effettuare i relativi controlli f-gas in sicurezza e i nostri uffici potranno comunicare l’avvenuto controllo alla banca dati anche in questo periodo di emergenza.

Pertanto invitiamo tutti i nostri clienti e coloro che ne avessero la necessità a contattarci per concordare un intervento di controllo f-gas ed evitare la possibilità di sanzioni.

La Circolare del Ministero dell’Ambiente è visionabile cliccando qui.